Le Facili Meraviglie

Commedia in 2 atti

Testo di

Mauro lo Verde

Regia di

Monia Nuzzi

Lo Spettacolo

“Le facili meraviglie” è una metafora in cui la tua vita viene rappresentata come l’entrata in un villaggio vacanze in cui hai pagato una grossa somma per divertirti. I coniugi Lo Cupo, protagonisti della storia, rappresentano normali esseri umani, come te, che vengono al mondo e si aspettano tutto il bene possibile. 

Tutte le meraviglie che ti si manifestano sono pubblicizzate da quelli che, per amore o per interesse, ti spiegano la realtà quando sei ancora bambino o te la vogliono rispiegare, quando sei adulto. Ti si parla di lealtà, di amore, di amicizia, di ricompensa, di successo e di eternità! 

Vivendo ti accorgi che le cose sono ben diverse e che anche gli altri che sembrano più felici, più “inseriti” e forse più abili vivono delle sofferenze che non avresti mai immaginato.

Intorno a te gli animatori costruiscono un mondo falso che non ha riscontro nella realtà! E quindi? Abbandonare la vita?  No! Perché quando succede senti una forte stretta al cuore!

E allora la vacanza va vissuta per quello che è! Nel bene e nel male… Ma soprattutto nella consapevolezza che c’è sempre una speranza per chi rimane.

Informazioni

  • DURATA SPETTACOLO: 1 e 30 minuti
  • DURATA MONTAGGIO: 4 ore
  • DURATA SMONTAGGIO: 2 ora
  • N° ATTORI: 10
  • N° TECNICI AUDIO-LUCI: 1
  • TECNICA UTILIZZATA: teatro d’attore
  • ESIGENZE TECNICHE: spazio scenico preferibilmente oscurabile 6 metri x 6 metri; 5 kw luce
  • RAPPRESENTABILE IN: teatri o spazi non teatrali

Rappresentazioni